Grand Hotel Auschwitz

Teatro della Crudeltà

Autore

Walter Revello

Debutto

1° edizione: 9 dicembre 2016
2° edizione: 25 aprile 2022

Cast

1° edizione: Andrea Mascia, Anna Quarenghi, Federica Renzi, Federica Scafidi, Francesca Bosco, Silvia Piceghello, Simona Cignetto, Walter Revello


2° edizione: Elisa Macario Ban, Manuela Marascio, Simona Cignetto, Walter Revello

Sinossi

La guerra è finita. La Germania è finita. Ed io, che sono di sangue tedesco ariano puro, nazionalsocialista fin nel midollo, devo finire con la Germania. È stato un piacere lavorare con voi, con tutti voi. Mi mancheranno le dolcezze dei vostri sguardi, delle vostre belle divise nere da SS disegnate dal maestro Hugo Boss; mi mancheranno i vostri modi fintamente brutali, il vostro Reich millenario, il vostro voler vincere sull’Europa intera. Mi mancherà quest’idea della Germania pura e di un mondo migliore. Vi lascio nelle mani dei vincitori, dell’est e dell’ovest. A voi la scelta di chi chiamare padrone. Io me ne vado da uomo libero. Addio, addio, amici addio… Mi trovate in sud America se mi venite a cercare… ma non venite, lasciatemi dove sono che non do fastidio a nessuno. I morti sono morti e non li si fa resuscitare uccidendo un povero nazionalsocialista sopravvissuto no? E anche se decideste di trovarmi, di braccarmi, di arrestarmi poi cosa ne fareste di me? Vi trovereste nell’imbarazzo di aver tra le mani un pover uomo legalmente espatriato con tanto di passaporto vaticano. Potreste mai uccidere un amico del Santo Padre? Buona vita o buona morte, come meglio credete. Farò un caldo bagno anche per voi.

Siamo troppi.jpg

Un estratto dal copione

La guerra è finita. La Germania è finita. Ed io, che sono di sangue tedesco ariano puro, nazionalsocialista fin nel midollo, devo finire con la Germania. È stato un piacere lavorare con voi, con tutti voi. Mi mancheranno le dolcezze dei vostri sguardi, delle vostre belle divise nere da SS disegnate dal maestro Hugo Boss; mi mancheranno i vostri modi fintamente brutali, il vostro Reich millenario, il vostro voler vincere sull’Europa intera. Mi mancherà quest’idea della Germania pura e di un mondo migliore. Vi lascio nelle mani dei vincitori, dell’est e dell’ovest. A voi la scelta di chi chiamare padrone. Io me ne vado da uomo libero. Addio, addio, amici addio… Mi trovate in sud America se mi venite a cercare… ma non venite, lasciatemi dove sono che non do fastidio a nessuno. I morti sono morti e non li si fa resuscitare uccidendo un povero nazionalsocialista sopravvissuto no? E anche se decideste di trovarmi, di braccarmi, di arrestarmi poi cosa ne fareste di me? Vi trovereste nell’imbarazzo di aver tra le mani un pover uomo legalmente espatriato con tanto di passaporto vaticano. Potreste mai uccidere un amico del Santo Padre? Buona vita o buona morte, come meglio credete. Farò un caldo bagno anche per voi.