disOrdine Teatro

Auschwitz: Andata e Ritorno

 
Ratio
Il Teatro deve, imprescindibilmente, essere contemporaneo, ossia parlare delle necessità del presente, al pubblico immerso nel proprio quotidiano. La narrazione che ne deriva deve, ovviamente, avere una valenza di portata socio-culturale, con impatto civile e educativo. Da questa prerogativa, fondante nel concetto di “disOrdine Teatro”, nasce la necessità di procedere con un nuovo approccio alla ricerca contenutistica e, nello specifico, del rapporto tra reliquia storica, sua narrazione e sua reinterpretazione.
Progetto
In questa prospettiva nasce il progetto “Auschwitz-Polonia-Europa”, un percorso di studio e ricerca a cura di Walter Revello, fondatore del disOrdine Teatro e storico della Shoah, composto da differenti fasi:
  1. Studio teorico sulla Shoah, con particolare attenzione a:
    1. documentazione e inquadramento storico;
    2. correttezza terminologica;
    3. ricerca storiografica;
    4. approcci artistici e reinterpretazioni culturali;
    5. celebrazioni e percorsi normativi;
    6. negazionismi.
  2. Visita-studio del Museo di Auschwitz-Birkenau (Oświęcim, Polonia), strutturata al fine della comprensione dei meccanismi di creazione e funzionamento del più celebre complesso di concentramento e della sua sopravvivenza fino al presente, quale simbolo di se stesso e emblema antonomastico della Shoah.
  3. Visita-studio sul territorio polacco contemporaneo, per contestualizzare l’interpretazione di Auschwitz nel presente e per comprenderne le fasi costruttive di natura sociale e ideologica: nello specifico, si studierà la città di Cracovia e, secondo opportunità, Katowice e/o Lublino.
  4. Creazione di un evento teatrale in collaborazione con il Festival di Teatro della Memoria.
Periodo
Il progetto sarà indicativamente sviluppato dal mese di novembre 2021 a aprile 2022.
Il viaggio in Polonia è previsto tra il 2 e l’8 gennaio 2022, secondo la disponibilità dei vettori.
Costo
Il progetto prevede un costo approssimativo di € 300,00, a copertura dei costi di viaggio e di pernottamento. Tale importo può subire variazioni a seconda degli importi previsti dai vettori e dai luoghi di pernottamento: sono escluse dell’importo le spese per il cibo, che sarà gestito in autonomia da ciascun partecipante.
Iscrizione
L’ammissione al progetto è a insindacabile giudizio della direzione artistica, nella figura di Walter Revello, in ottica di miglior funzionamento del progetto medesimo.
Possono essere ammessi al progetto tutti i nati prima del 1 gennaio 2004.
Sono ammessi al progetto solo i soci attivi dell’Associazione.
 
Per l’iscrizione è indispensabile compilare il modulo al link: https://forms.gle/XBmtT3kdr8f2Rgp68 entro e non oltre il 5 novembre 2021. Seguirà colloquio individuale tra il 5 e il 9 novembre 2021.
I partecipanti ammessi dovranno versare la prima quota di partecipazione (€ 150,00) entro il 12 novembre 2021: in seguito al definitivo concludersi delle procedure di acquisto di biglietti e prenotazioni, sarà definito l’importo esatto del saldo (indicativamente, entro 150 €).
Gli importi possono essere rimborsati solo secondo quanto previsto dalla normativa contrattuale del singolo vettore e/o ente di pernottamento: Libere Gabbie non svolge in alcun modo funzione di tour operator o di gestore per conto terzi.
Curatore del laboratorio
Walter Revello, presidente di Libere Gabbie e fondatore del disOrdine Teatro, autore, regista e attore con oltre 25 anni di esperienza e oltre 200 regie all'attivo; la formazione accademica lo porta inoltre a formarsi nelle tematiche inerenti alla Shoah e alla sua comunicazione contemporanea, presso la Facoltà di Storia dell'Università di Torino. 
In Polonia è già attivo dal 2014 in qualità di docente di Teatro sperimentale presso il Teatr Slaski di Katowice (Slesia).