I maestri dell'incisione contemporanea. Da Pablo Picasso a Paolo Nesta

EcoMuseo Nesta

22 ottobre 2022 - 8 gennaio 2023

Il Fondo Famiglia Nesta nasce nel 2020 dalla volontà di Marcello Nesta di preservare e proseguire l’intenso lavoro di suo padre Paolo. Il progetto museale che ne è derivato, in collaborazione con Libere Gabbie, si propone di studiare l’immenso catalogo di opere collezionate in oltre quartan’anni d’attività, circa 8000 pezzi, e, al contempo, proseguire gli studi intrapresi da Paolo. È proprio in questa prospettiva che si è deciso di inaugurare il progetto di ricerca sulle arti incisorie esponendo una selezione delle tavole più prestigiose conservate nella collezione. È nata così la mostra “I maestri dell’incisone contemporanea” che l’EcoMuseo Nesta presenta al pubblico dal 22 ottobre 2022 all’8 gennaio 2023.

 

“Da Pablo Picasso a Paolo Nesta” cita il sottotitolo della mostra con un accostamento apparentemente forzato, se non quasi provocatorio. Eppure saranno proprio questi due nomi a confrontarsi nello spazio espositivo della sala che il neonato EcoMuseo Nesta ha voluto dedicare proprio a Paolo. A fianco a loro, alcuni degli artisti più significativi del panorama incisorio contemporaneo, operanti soprattutto in Piemonte: Tino Aime, Giuseppe Grosso, Elisabetta Viarengo Miniotti, Mario Calandri e altri. Significativo e, per certi versi commovente, è il necessario confronto con l’Opera di Dante Selva, artista dei più suggestivi nel secondo Novecento torinese, maestro di Paolo Nesta il quale, dopo la morte del mentore, ne diverrà curatore e prosecutore del patrimonio artistico e ideologico. Di Dante Selva sono inoltre esposte due matrici poste a confronto con le incisioni da esse derivate: si tratta anche in questo caso di un preambolo all’attività che l’EcoMuseo Nesta svolgerà a partire dal 2023, riattivando lo storico torchio di Dante Selva e proponendo corsi di incisione e campagne di stampa delle molteplici matrici conservate nel Fondo.

Staff

Curatore

Walter Revello

Collaboratori

Carola Luera, Federico Catanese, Marco Dal Pont, Mauro Maiorella

Opere presenti in mostra